domenica 8 luglio 2012

"Carina sei carina eh, e non ti manca nemmeno niente. Ascolta allo zio."

E' capitato.
Sarà il luglio.
Saremo noi due.
Sanremo è sempre sanremo.

Sono andata a teatro. Mi sono innamorata.
Credo che l'amore sia assurdo. Anzi senza credo, ne sono sicura.
Ci si può innamorare a teatro in 5 secondi?

Ho comprato libri. Regalo libri. Vendo libri, no.
Faccio concorrenza alle librerie. E poi li spaccio per belli anche se non lo sono.
Perchè anche se non è bello, è comunque un libro. E merita di essere letto.

Ti ho comprato un libro. Micina della zia.
La zia, o forse non è la zia, qualsiasi epiteto mi darete, andrà bene.
La tua zia grande, ti compra caramelle gommose e ti compra un libro.
Mangiamo e leggiamo.
Giuro.

Sogno una vita. La mia vita e mi arrendo.
Mi arrendo e non dico più niente.
Invento storie.

A 70anni o trovi la pace o ti disegni le sopra-ciglia con la matita nera e poi ciao, sono quella piccola che è diventata grande, ma che tra di voi son sempre la più piccola.

Non rientro più nel futuro per qualcuno.
Per altri sono bella, per mio zio carina e che non mi manca niente.
Avevi messo in dubbio, che mi mancasse qualcosa?

Ripetere la stessa frase per 10 minuti è autoconvinzione, prima regola.
Ricordatelo, zio.
Io non te l'ho detto perchè sono gentile. Tu però dovresti saperlo se io sono quella carina.
Tua figlia non farà quello che vuoi tu.
Scordatelo, zio.
Te lo dico per evitare delusioni. Ma se non ascolti, allora va bene.

Ieri sera era perfetto. Nell'assurdita, era perfetto.
E' come se casa mia fosse quella.
Ho cercato parole. Per rimediare al mio errore. Non le trovo.
E' caldo. Vaffanculo umidità. Voglio sentire freddo.

Se poi ti sogno, insieme ai nostri figli. Svegliarsi fa male.
Le porte si aprono, ma io non voglio. O forse voglio. O forse so dove sto andando. O forse...
Caldo. Assomiglia a quello.
Dovresti venire anche tu sta sera. Colorato. Ci farebbe bene.
Che poi se sei vestito di un solo colore va bene uguale. Non mi formalizzerò.

Siamo nella fase adolescenziale, prima o poi diventeremo maturi e condivideremo lo stesso pensiero.
Argh! No! Mi ero dimenticata del luglio passato con il cellulare squillante.

Per qualcuno sono carina, per te sono bella.
Per me sono femmina.
Per voi?

4 commenti:

  1. A mio modesto avviso sei una persona come tante:scrittori di blog che cercano conforto e mai confronto col proprio ego ( come se ce ne fosse uno -soltanto-!).
    Tuttavia devo renderti merito: nuotando tra i luoghi comuni delle lune spezzate che si raccolgono nelle sabbie di deserti affettivi e tra i cocci di un amore infranto non ho trovato la solita presentazione "Un po' di me" oppure"Mi presento".
    Ergo sei carina come una caramella gommosa.Bella?Per ora accontentati di inarcare la schiena.Cosa ti manca? La risposta è nella domanda.Buon cammino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Anonimo, come sarebbe bello poter saper di che colore son i tuoi occhi e che forma ha il tuo sorriso.
      Ma per tanto: Grazie!
      Grazie per leggermi, per avermi dedicato del tempo e per i tanti aggettivi nascosti nel tuo commento!

      Non credo di meritarmi la parola scrittore, che sia di blog, che sia di libri, è un concetto talmente alto che non conviene usarlo associato al mio nome.

      Volevo precisare che non cerco conforto, ne tanto meno confronto con il mio ego.
      Mi domando e mi rispondo così tante volte che non riesco a scrivere i miei dibattiti interni.
      E credo invece, che il conforto, vada ricercato altrove, non qui.

      Scrivo per tenere allenato il cervello, per non perdere la capacità di raccontarmi.

      Tuttavia grazie per il merito, grazie per i luoghi comuni.
      Sui cocci di un amore infranto, ahimè quello regna, sto cercando di smettere, ci riuscirò.

      Il "sei carina come una caramella gommosa" credo lo inserirò nella mia pagina, posso?

      La schiena non la inarco più, bella son bella. Che poi possa piacere o meno, questo è un altro discorso. Cosa mi manca, non so, non credo sia tu a dirmi dove trovarlo.

      Un abbraccio a chiunque tu sia.

      Elimina
    2. Gentilissima e gommosissima Susi (ti concedo d'inserire la mia citazione!)replico alla tua ris-posta elettronica.I miei occhi e il mio sorriso hanno la forma (de)scritta di questi vacui grafemi Se scrivi (da scrittore o da scribacchino...)come affermi per raccontarTI (sottolineo:raccontare TE STESSA!!!!!),temo che la comunità virtuale non sia luogo appropriato: dov'è finita l' ESCLUSIVITA' di una confessione riservata?E' un peccato che tu abbia smesso d'inarcare la schiena!!M'auguro che ora non cominci a curvarsi...mi congedo lasciandoti un appunto sulla bellezza:una stella sa d'essere stella ma NON SA d'essere bella;il suo brillare per lei è normale.Ergo so bene cosa ti manca ma non ho mai preteso di indicarti un qualsivoglia luogo ove tu possa trovare ciò che (non) cerchi.Un caro saluto a te.A.

      Elimina

Un commento per un desiderio